6g: visione o realtà?

Perché il futuro delle comunicazioni wireless è già cominciato

LA STORIAfeb 25, 2022

“Il 5G è arrivato, ma il 6G sta già bussando alla porta”, afferma con convinzione Alexander Pabst, Vicepresidente responsabile del segmento di mercato Comunicazioni Wireless in Rohde & Schwarz. Sì, il passaggio al 5G è ora in pieno svolgimento in tutto il mondo. E Rohde & Schwarz, come fornitore leader di apparecchiature di misura e collaudo, è un partner tecnologico protagonista nell'intero ecosistema delle comunicazioni wireless. Ma l'azienda è anche attivamente coinvolta nel trasformare in realtà la sesta generazione di comunicazioni wireless. Ecco un assaggio di ciò che verrà.

Alcuni di noi ricorderanno ancora il loro primo messaggio di testo. Erano gli anni Novanta, all'epoca i telefoni cellulari avevano ancora i pulsanti fisici e non erano affatto come gli smartphone di oggi. Tre decenni dopo, tutto sembra cambiato. Oggi utilizziamo servizi di streaming mentre siamo in movimento, seguiamo in tempo reale le consegne di merce ordinata e auguriamo buon compleanno agli amici in altri continenti in videochiamata.

Il mio avatar ed io

Se considerati dalla prospettiva della nostra realtà attuale, i casi d'uso del 6G possono sembrare fantasie per molte persone. La realtà virtuale e la realtà aumentata, ad esempio, si trasformeranno in realtà estesa, creando uno spazio di esperienze in cui le linee che separano il mondo reale da quello virtuale si confonderanno.

Avatar digitali di persone reali cammineranno all'interno di centri commerciali virtuali. E che dire di riunirsi per una festa di compleanno transcontinentale in una stanza virtuale anziché fare una videochiamata? Il metaverso, una sorta di realtà virtuale globale, è apparso per la prima volta in un romanzo di fantascienza nel 1991. Ora il termine viene sbandierato come la prossima grande tendenza nella digitalizzazione, non solo nella Silicon Valley. Se in questo contesto gli scenari 6G diventeranno realtà, possiamo aspettarci, negli anni Trenta del ventunesimo secolo, un paese delle meraviglie per le comunicazioni.

Alexander Pabst

"Il 5G è arrivato, ma il 6G sta già bussando alla porta."

Alexander Pabst, Vicepresidente Segmento di mercato Comunicazioni Wireless in Rohde & Schwarz

Vedere di più, ascoltare di più, sentire di più

Mancano ancora caratteristiche di performance standardizzate, ma i superlativi ricorrono spesso nelle discussioni tecnologiche. Gli articoli tecnici attualmente pubblicati pullulano di termini come banda larga ultra mobile ulteriormente potenziata (feUMBB), affidabilità e sicurezza a bassissima latenza (uLLRS), e comunicazioni a bassa latenza a rilevamento ultra elevato (uHSLLC).

Un elemento comune a tutti questi termini è la trasmissione di dati a velocità molto elevate con poca o nessuna latenza e una crescente sensibilità all'ambiente. Ciò comporta principalmente la combinazione di profili applicativi noti, solitamente in gamme di frequenza sempre più alte per soddisfare le esigenze di casi d'uso visionari.

La combinazione della tecnologia dei sensori con le comunicazioni wireless, ad esempio, è vista come una valida estensione di tutti gli standard esistenti. Questo è un passaggio essenziale per fondere completamente il mondo virtuale e quello reale. Rohde & Schwarz è all'avanguardia in entrambe le tecnologie.

"Molte persone chiedono perché stiamo facendo ricerche sul 6G ora. Questa è una domanda giustificata, perché la maggior parte degli scenari attuali somiglia più a una predizione del futuro che a previsioni realistiche. Ma in Rohde & Schwarz abbiamo una risposta a questa domanda: l'innovazione è parte del nostro DNA. La gioia di sviluppare nuove soluzioni è sempre stata, e continuerà ad essere, una delle chiavi del nostro successo."
Alexander Pabst, Vicepresidente Segmento di mercato Comunicazioni Wireless in Rohde & Schwarz

Comunicazioni wireless made in Germany

Dopo la prima generazione analogica (1G), l'invio di un messaggio di testo negli anni 1990 sembrava un salto quantico. La prima generazione di comunicazioni digitali wireless (2G) ha reso possibili funzioni aggiuntive come il roaming, il traffico mobile di dati e la trasmissione digitale della voce. Lo standard europeo Global System for Mobile Communications (GSM) è diventato un importante prodotto di esportazione, proprio come il simulatore GSM di Rohde & Schwarz.

Un simulatore GSM di Rohde & Schwarz è ora esposto nel Museo tedesco della Scienza e della Tecnica di Monaco di Baviera come pioniere delle comunicazioni wireless.

Come renderlo umano

Internet è cresciuto, e con esso il desiderio di accedere alla Rete da dispositivi wireless. Le successive generazioni 3G e 4G (quest'ultima conosciuta anche come LTE, acronimo di Long Term Evolution), si sono quindi concentrate sulle applicazioni dati. Entrambe sono ora gli standard più utilizzati in tutto il mondo nell'ecosistema delle comunicazioni wireless. I casi d'uso erano adattati principalmente alle comunicazioni interpersonali. L'obiettivo era quello di ottimizzare la velocità di trasmissione dei dati ai dispositivi wireless, in modo che le applicazioni potessero essere veloci e facili da usare.

Ancora oggi, lo standard LTE soddisfa le esigenze della maggior parte degli utenti delle comunicazioni wireless. Con velocità di download fino a diverse centinaia di megabit al secondo, esso fa sì che la vostra serie TV preferita venga trasmessa in alta risoluzione sul vostro dispositivo wireless. Il buffering, cioè la memorizzazione temporanea dei dati, è quasi impercettibile per gli utenti, e lo streaming a scatti è già un ricordo del passato.

Il più recente standard di comunicazione wireless 5G aumenta drasticamente la velocità, ma questo, ai fini dell'utilizzo personale, non comporta alcuna differenza degna di nota. L'impulso per un ulteriore sviluppo proviene da un'altra direzione.

Interazione uomo-macchina

La parola chiave per la quinta generazione di comunicazioni wireless è "Industria 4.0". Nelle fabbriche del futuro, l'Internet industriale delle cose (IIoT) svolgerà un ruolo di primo piano. Robot sulla linea di produzione e sistemi logistici autonomi lavoreranno in stretta collaborazione con i dipendenti della fabbrica.

Questi casi d'uso 5G richiedono una copertura, una latenza e un'affidabilità molto più elevate, pertanto la loro implementazione può rappresentare una sfida per i pianificatori di rete e gli operatori. Con la propria rete di campus 5G in uno dei suoi siti di produzione, Rohde & Schwarz sta acquisendo notevole esperienza in scenari reali dell'Industria 4.0 fin dal 2020, per sé e per i suoi clienti.

Città, villaggi e campagne intelligenti: milioni di dispositivi connessi che danno vita ad un mondo più intelligente e più sicuro fanno affidamento su un'infrastruttura di connettività disponibile a costi contenuti e progettata per funzionare ininterrottamente per decenni.

Molti aspetti della vita quotidiana saranno più agevoli.

Connettività e sicurezza rappresentano i fondamenti per trasformare gli spazi urbani in città intelligenti.

Quando le cose diventano intelligenti

Molti degli oggetti con cui abbiamo dimestichezza quotidianamente diventeranno più intelligenti. In una casa intelligente, nessuno deve attivare un interruttore della luce. Nella città intelligente del futuro, i veicoli connessi comunicheranno con un'infrastruttura intelligente. Con la diffusione del 5G, le visioni degli ultimi decenni diventeranno molto più realistiche.

Tuttavia, la ricchezza di applicazioni diverse crea esigenze ancora più elevate per la tecnologia dei sensori dei singoli sistemi e per le comunicazioni di tutti i sistemi. Per questo motivo, la connettività non è solo una delle tecnologie padroneggiate da Rohde & Schwarz. In senso figurato il gruppo, come attore sulla scena globale, è connesso attivamente all'interno dell'intero ecosistema delle comunicazioni wireless.

"In Rohde & Schwarz ci consideriamo un partner tecnologico per l'intero ecosistema delle comunicazioni wireless. Insieme ai fornitori di chipset, agli OEM di dispositivi e infrastrutture, ai laboratori di test e agli operatori di rete, abbiamo reso possibile la connettività per generazioni fino al 5G. Continueremo a farlo con questo standard e oltre."
Alexander Pabst, Vicepresidente Segmento di mercato Comunicazioni Wireless in Rohde & Schwarz

Cicli di innovazione

Una certa regolarità ciclica nello sviluppo delle comunicazioni wireless si è manifestata fin dalla prima generazione digitale (2G). Le nuove generazioni si avvicendano all'incirca ogni 10 anni. Se questa tendenza continua, possiamo aspettarci che il lancio delle reti 6G su scala mondiale inizierà nel 2030. Dal punto di vista del business, la ricerca sulla sesta generazione è un investimento nel futuro.

 Rohde & Schwarz is committed to innovation

In Rohde & Schwarz è profondamente radicata anche la voglia di ricercare cose nuove. L'innovazione fa parte del DNA del gruppo tecnologico. I due fondatori, il Dr. Lothar Rohde e il Dr. Hermann Schwarz, sono stati i primi ad esplorare il territorio ancora sconosciuto dell'ingegneria RF con uno spirito imprenditoriale. Oggi, nella terza generazione della famiglia, il percorso da essi intrapreso ha dimostrato di essere la chiave del successo. Le apparecchiature di misura e collaudo di Rohde & Schwarz hanno definito gli standard fin dai primi giorni dell'era delle comunicazioni digitali wireless.

Più in alto, più veloce, più lontano

Insieme agli istituti Fraunhofer HHI e IAF, Rohde & Schwarz sta conducendo, dal 2019, ricerche nella gamma di frequenze sub-terahertz tra 100 GHz e 320 . Il 5G è la prima generazione che sfrutta lo spettro delle onde millimetriche sopra i 20 GHz. Per i centri commerciali virtuali e gli avatar party, tuttavia, saranno necessarie velocità di dati significativamente più elevate, quindi il 6G si avventurerà anche in nuovi mondi tecnologici. La ricerca attuale sta studiando le larghezze di banda di trasmissione da 10 GHz a 40 GHz.

Tutto compreso

Il 6G sarà più che un'altra semplice rete wireless. Qui, la sfida consisterà nello sviluppare ulteriormente e integrare le comunicazioni wireless, la tecnologia dei sensori e la potenza di elaborazione senza soluzione di continuità. I nuovi approcci nella sanità digitale ("eHealth") renderanno possibili servizi di assistenza sanitaria elettronica in tutto il mondo, anche in aree remote o inaccessibili. Zone di fiducia locali creeranno spazi sicuri per le microreti IoT delle città intelligenti. Dispositivi semplici per IoT si collegheranno automaticamente tra loro per formare reti mesh locali, senza bisogno di densificare le reti esistenti. Tutto ciò sarà supportato da tecnologie di edge, fog e cloud computing.

Storia della Tecnica

È tutta una rete

Storia della Tecnica con ancora più background sul 6G