Rilevamento delle interferenze nelle reti TDD

Metodo di analisi spettrale con gate temporale con il ricevitore R&S®PR200

Attività da eseguire

Nelle reti con multiplazione a divisione di tempo (TDD, Time Division Duplex), i segnali nelle direzioni downlink (DL) e uplink (UL) utilizzano la stessa banda di frequenza occupando timeslot diversi. Quando si osservano i segnali TDD con una visualizzazione dello spettro di frequenze convenzionale, è impossibile differenziare i due segnali, così come distinguere altri segnali indesiderati presenti nello stesso spettro. Ciò rende il rilevamento delle interferenze estremamente difficile.

Spettro in tempo reale da 40 MHz con visualizzazione a cascata di due segnali TDD-LTE
Esempio: spettro in tempo da 40 MHz con visualizzazione a cascata di due segnali TDD-LTE con un segnale interferente persistente a 2602 MHz che è possibile visualizzare a stento sul display
Ingrandisci immagine

Soluzione Rohde & Schwarz

Il ricevitore portatile per radiomonitoraggio R&S®PR200 offre una funzione di analisi dello spettro con gate temporale che consente di separare efficacemente i segnali TDD relativi alle direzioni uplink e downlink nella visualizzazione dello spettro. Quando il trigger del ricevitore è sincronizzato in modo tale da visualizzare lo spettro solo durante il timeslot dedicato al segnale uplink, si ottiene una migliore visualizzazione degli interferenti che occupano la stessa frequenza del segnale desiderato.

L'analisi dello spettro con gate temporale può essere attivata dal menu dell’app
L'analisi dello spettro con gate temporale può essere attivata dal menu dell’app
Ingrandisci immagine

Attivazione della modalità di analisi dello spettro con gate temporale sul ricevitore R&S®PR200

La funzione di analisi dello spettro con gate temporale richiede l’attivazione dell'opzione di misura nel dominio del tempo R&S®CS-ZS del ricevitore R&S®PR200.

Impostazioni di trigger con gate temporale per la visualizzazione dello spettro del segnale in direzione uplink di una rete TDD-LTE
Impostazioni di trigger con gate temporale per la visualizzazione dello spettro del segnale in direzione uplink di una rete TDD-LTE
Ingrandisci immagine

Visualizzazione dello spettro del segnale uplink (UL) di una rete TDD-LTE

  • Bisogna assicurarsi che la larghezza di banda di demodulazione sia sufficientemente ampia per ricevere il segnale TDD-LTE
  • Impostare il periodo di gate a 10 ms (equivalente a una durata del frame TDD in LTE)
  • La lunghezza del gate, che definisce la durata del trigger, è determinata dalla distanza tra le due linee blu parallele; impostare la lunghezza del gate a circa un subframe, cioè 1 ms
  • La posizione del gate può essere spostata modificando il ritardo del gate e va allineata con il subframe del segnale uplink
Visualizzazione dello spettro del segnale uplink di una rete TDD-LTE
Quando il gate (due linee blu parallele) è posizionato nello slot di downlink, lo spettro del segnale in direzione downlink viene mostrato nella parte superiore del display.
Visualizzazione dello spettro del segnale uplink di una rete TDD-LTE
Con il gate spostato nello slot di uplink, l’interferente a 2602 MHz può essere osservato chiaramente nella visualizzazione dello spettro (in alto)
Rilevamento delle interferenze con il modulo antenna VHF HE400VHF
Rilevamento delle interferenze con il modulo antenna VHF R&S®HE400VHF
Ingrandisci immagine

Vantaggi dell'analisi dello spettro con gate temporale con il ricevitore R&S®PR200

  • Separazione efficace dei segnali TDD in direzione uplink e downlink nella visualizzazione dello spettro
  • Visualizzazione a doppio display che mostra il segnale simultaneamente nel dominio del tempo e della frequenza. Si può visualizzare in tempo reale lo spettro del segnale quando il gate viene spostato lungo i timeslot nella visualizzazione nel dominio del tempo
  • Con la visualizzazione a doppio display, si può osservare qualsiasi disallineamento della posizione del gate rispetto al timeslot desiderato e quindi eseguire le opportune regolazioni di conseguenza. Non è più necessario commutare fra le due visualizzazioni, come avviene di solito con le normali funzionalità di un analizzatore di spettro
Tipica configurazione per il rilevamento delle interferenze
Tipica configurazione per il rilevamento delle interferenze

Soluzioni correlate