Tecnologia DVB-S2

Lo standard DVB-S2 (EN 302 307) definisce il sistema di modulazione di seconda generazione e il sistema di codifica del canale per la TV satellitare per avvalersi dei miglioramenti emersi a partire dalla pubblicazione dello standard DVB-S. DVB-S2 è un singolo standard molto flessibile che copre una varietà di applicazioni via satellite.

Il DVB-S2 è il passo logico successivo nello sviluppo continuo del DVB-S. Metodi di codifica di canale innovativi e più efficienti, in combinazione con le modalità di modulazione di ordine superiore, consentono agli operatori di trasmettere fino al 30% in più di dati quando si utilizza il DVB-S2 rispetto al DVB-S con la stessa larghezza di banda del transponder e di EIRP.

Il sistema è stato ottimizzato per i servizi di radiodiffusione televisiva multi-programma digitale e i servizi di radiodiffusione televisiva ad alta definizione (HDTV), per essere utilizzati per la distribuzione primaria e secondaria nel servizio fisso via satellite (FSS) e nelle bande del servizio di radiodiffusione via satellite (BSS).

È dotato di quanto segue:

  • un adattatore flessibile del flusso di input, adatto per il funzionamento con i flussi di ingresso singoli e multipli di vari formati (a pacchetto o continuo)
  • un potente sistema FEC basato sul controllo della parità a bassa densità (LDPC) di codici concatenati con codici BCH, che consente il funzionamento quasi senza errori da circa 0,7 dB fino a 1 dB dal limite di Shannon, in funzione della modalità di trasmissione
  • una vasta gamma di tassi di codice da 1/4 fino a 9/10
  • quattro costellazioni (QPSK, 8PSK, 16APSK, 32APSK), che hanno un’efficienza di spettro da 2 bit/s/Hz a 5 bit/s/Hz, ottimizzata per il funzionamento su transponder non lineari
  • un set di tre forme spettrali con fattori di roll-off di 0,35, 0,25 e 0,20
  • codifica e modulazione variabili (VCM) possono essere applicate in modo da fornire diversi livelli di protezione di errore per diverse componenti del servizio (ad esempio SDTV e HDTV, audio, multimedia)
  • nel caso di applicazioni interattive e punto-punto, la funzionalità VCM può essere combinata con l'uso di canali di ritorno per ottenere una codifica e una modulazione adattative (ACM). Questo metodo fornisce la protezione del canale più appropriato e l'adattamento dinamico del collegamento alle condizioni di propagazione, puntando ogni singolo terminale ricevente
International Website