Tecnologia DRM+

DRM+ è un'espansione degli standard DRM esistenti riguardo alla gamma di frequenza utile. Pertanto, il DRM+ deve ugualmente essere in grado di digitalizzare il VHF sound broadcasting. Lo standard della radio digitale mondiale (DRM) è stato sviluppato come per la trasmissione del suono digitale per l'uso in tutto il mondo con onde lunghe (LW), onde medie (MW) e onde corte (SW). Il DRM è utilizzato per la trasmissione del suono nonché per trasmettere dati digitali aggiuntivi a frequenze fino a 30 MHz.

Le frequenze richieste sono esposte a condizioni di propagazione fortemente fluttuanti. In questa gamma di frequenza, le onde sono influenzate dalla ionosfera, e vengono riflesse a seconda dell'ora del giorno, della stagione e del numero relativo di macchie solari. Per la trasmissione del suono in questa gamma di frequenza è stata utilizzata principalmente, in precedenza, l’AM. Grazie allo standard digitale, alla codifica audio AAC+ e alla tecnologia COFDM, la trasmissione del segnale promette ora una qualità eccezionale rispetto alla radiodiffusione AM convenzionale.

Scenario d’implementazione DRM+

Il DRM può utilizzare il piano di banda esistente e la rete di frequenze presente a onde medie, onde lunghe, e onde corte. La tecnologia facilita, dunque, il passaggio dalla tecnologia di trasmissione analogica a quella digitale, in grado di coprire grandi aree end-to-end a un prezzo conveniente. A causa delle influenze esterne sulle condizioni di trasmissione, i parametri di trasmissione possono essere regolati in base alle condizioni di propagazione.

Un vantaggio di utilizzare il DRM+ è anche il consumo di energia dei sistemi di trasmissione significativamente più basso.

International Website